Corsi ● Minicorsi ● Workshop
Università Popolare Biellese            

 

corsi 2018-2019: le scienze della mente e della comunicazione

Adult Education Centre of Biella, People’s University, Volkshochschule, Université Populaire, Universidad Popular

Note

le due indicazioni di contributo corso sono: fino al 31 luglio / dal 1 settembre

i corsi che sono stati attivati, o che verranno attivati nel mese prestabilito, sono contrassegnati da:  – per la disponibilità di posti contattare la segreteria

i corsi che presentano particolarità sono contrassegnati da:  – contattare la segreteria

i corsi che hanno subito variazioni sono contrassegnati da:

 

Riconoscere e gestire sentimenti ed emozioni difficili: tristezze e sensi di colpa

riconsiderare e ripartire

CP11B     Elena Tosatti; ottobre-gennaio, giovedì, 19.30-21.00; Biella, ITIS; € 80,00

Scrive Wayne W. Dyer: “Tu sei la somma delle tue scelte. Il vivere nel presente ha una parte essenziale nella costruzione della felicità”. L'insoddisfazione, la confusione, le offese e le delusioni, la sfiducia, i ricordi dolorosi e la paura di fallire e soffrire, frenano ogni nostro “ripartire” da situazioni che non sentiamo più nostre, o che non ci fanno sentire bene. La motivazione più forte per agire verso un cambiamento per il benessere, è trovare un modo di pensare e vivere che ci faccia capire quali sono i nostri reali interessi e bisogni, e che ci consenta di essere veramente noi stessi. Un corso che propone interrogativi e riflessioni su come limitiamo la nostra personalità, su quali siano i sentimenti e le emozioni difficili da riconoscere, accogliere e gestire. Le dinamiche del mondo interiore saranno oggetto di discussione per trasformare la comprensione in azione attraverso tecniche e strategie per attuare il cambiamento

Piccoli e grandi temi del nostro vivere

proposte di nuove visioni della vita che stiamo vivendo

CP12B         Elena Tosatti; febbraio-aprile, giovedì, 19.30-21.00; Biella, ITIS; € 80,00

Scrive Eugenio Borgna: “Non è la durata della vita che conta ma l’uso che se ne fa; e così non importa quanto a lungo si viva ma quanto bene si viva: non sono gli anni e nemmeno i giorni, a farci vivere a lungo ma l’animo”. Questo corso vuol essere una proposta verso la conoscenza di noi stessi, degli altri e del mondo intorno a noi a partire dalla riflessione su favole, miti, racconti, romanzi, poesie e narrazioni di autori famosi. Dodici lezioni per differenti temi che sono parte della vita: le dinamiche della nostra psiche, la famiglia, la vita di coppia, la maternità e la paternità e il compito difficile dell’essere genitori, nonni e dell’essere figli. Gli argomenti saranno molteplici e selezionati anche in accordo con la classe

L’età possibile: gestire la fragilità

CP13B     Roberta De Martis; marzo-aprile, lunedì, 19.30-21.00; Biella, ITIS; partner: AIMA, Villa Boffo; gratuito

Alcune persone possono percepire il cambiamento come un momento difficile della propria vita e possono trovarsi in una condizione di fragilità alla quale è possibile reagire mettendo in campo delle risorse – La resilienza è il contrario della fragilità, la persona resiliente è una persona che mette in campo le proprie risorse per gestire le difficoltà ed i cambiamenti della vita – Questo corso si propone di offrire una chiave di lettura differente rispetto alle situazioni problematiche – Durante i quattro incontri si cercherà di focalizzare l’attenzione sugli eventi negativi come momentanei circoscritti. Verranno suggerite strategie volte ad ampliare il margine di controllo sulla propria vita e sull’ambiente circostante; si lavorerà sulla motivazione per raggiungere gli obiettivi che ognuno di noi si è prefissato e di vivere il cambiamento come una opportunità piuttosto che una minaccia

Agisci ora

CG3BB    Rita Negro; ottobre, mercoledì, 21.00-22.30; Biella, ITIS; gratuito

Benjamin Franklin diceva: “Non rimandare a domani quello che potresti fare oggi”. E tu, preferisci rimandare sempre a domani quello che potresti fare oggi? Vuoi respirare un’aria nuova? Cerchi quella serenità e quella calma che aiutano ad affrontare meglio gli ostacoli e gli imprevisti della vita? Attiva nella tua vita più entusiasmo, più gratitudine e più responsabilità, per sviluppare le tue potenzialità e il desiderio della gioia di vivere. Durante i nostri incontri, avvalendoci dell’analisi della scrittura dei partecipanti, cercheremo di individuare le caratteristiche singole evidenzianti il bisogno di “imparare” a conoscere le proprie attitudini per agire e vivere in pienezza

L’essenziale è invisibile agli occhi

CG3CB         Rita Negro; novembre, lunedì, 19.30-21.00; Biella, ITIS; € 60,00

“…Non si vede bene che con il cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi”. Quello che per molti è poco, per altri è tanto, per questo dobbiamo apprezzare le cose semplici come il buongiorno, un bacio o un gesto affettuoso. Se il vostro partner, la vostra famiglia o voi stessi sentite il bisogno di quei piccoli piaceri, non ignorateli, perché sono quelli che vi rendono speciali e danno il sapore ai vostri ricordi. Durante i nostri incontri, avvalendoci dell’analisi della scrittura dei partecipanti, cercheremo di individuare le caratteristiche singole evidenzianti la capacità di saper apprezzare le piccole gioie quotidiane.

Ascolta il tuo inconscio

CG23B     Rita Negro; marzo, lunedì, 21.00-22.30; Biella, ITIS; gratuito

Si esplorerà il proprio inconscio attraverso l’analisi della scrittura e l’applicazione dei test del disegno e del colore. Si cercherà, smontando e rimontando i meccanismi psicologici dell’individuo, di penetrare nel sottosuolo dello spirito, in quel territorio inesplorato dell’inconscio dove, apparentemente dimenticati, si svolgono i drammi più dolorosi dell’essere umano. Con la partecipazione attiva degli iscritti al corso si cercherà, attraverso l’analisi della scrittura, di entrare in sintonia con il mondo interno di ognuno per ascoltare le emozioni, i ricordi, i sogni, le paure, le fragilità, e i punti di forza. Sarà un lavoro di gruppo con importanti caratteristiche in grado di accompagnare la crescita verso nuovi orizzonti e di favorire lo sviluppo della vita psichica di ognuno evidenziando l’involucro di suoni, di parole e la risonanza affettivo - semantica che accompagna il divenire della mente.

Psicografologia

CG21B         Rita Negro; novembre-aprile, sabato (ultimo del mese), 9.30-12.00; Biella, UPBeduca; € 80,00

Nozioni generali: Sistemi di comunicazione. Origini del linguaggio: Il linguaggio motorio, Il linguaggio orale, la scrittura. Le origini della scrittura. Neurofisiologia del gesto grafico. Grafologia: Le principali Scuole grafologiche europee. Il simbolismo grafico e gli elementi costitutivi della scrittura. I segni grafologici individuati attraverso lo studio della direzione, della dimensione, della forma, della continuità, della pressione e dell’andamento della scrittura. Le leggi dell’inconscio – Le leggi della Psicologia della Scrittura – Le leggi di automatizzazione – Le leggi di proiezione Le principali teorie psicoanalitiche Esercitazioni in classe

Psicologia del disegno

CABAN         Rita Negro; novembre-aprile, sabato (primo del mese), 9.30-12.00; Biella, UPBeduca; € 80,00

II disegno permette di conoscere le qualità dell’intelligenza e le modalità con cui viene vissuta l’affettività. Dall’analisi del disegno si delinea la personalità del bambino. Dal disegno e dalla scelta dei colori si individua il carattere estroverso o introverso. Teorie sugli stadi dello sviluppo del disegno. Valutazione della maturazione del sistema nervoso in base all’abilità rappresentativa. Prime fasi del disegno infantile. Dall’immagine ai segni. Dal disegno alla scrittura. – Approfondimenti basilari di grafologia – Il colore – Lo scarabocchio – Il test dell’albero – Il test della figura umana – Il test della casa – Il test della famiglia di animali – Il test stelle e onde – Il test della figura umana sotto la pioggia -Nozioni di psicologia: Struttura della psiche, Il conscio e l’inconscio, Freud, Le tappe evolutive della libido, Lo sviluppo della sessualità infantile, Jung, L’estroversione e l’introversione, Il carattere, I meccanismi di difesa e di compensazione – Esercitazioni pratiche in classe

Essere fedeli a se stessi

CG3VB    Rita Negro; ottobre, lunedì, 21.00-22.30; Biella, ITIS; gratuito

Essere fedeli a se stessi significa rispettare le proprie idee, i propri sentimenti e vivere liberi dal giudizio degli altri per far vibrare la propria Vita. Chi è fedele a se stesso non sarà mai tradito, perché il male peggiore e, in fondo, unico della Vita, è rinunciare a se stessi. Essere fedeli a se stessi e avere carattere a sufficienza per restarlo significa essere liberi Durante i nostri incontri, avvalendoci dell’analisi della scrittura dei partecipanti, cercheremo di individuare le caratteristiche singole evidenzianti la capacità di rinnovarsi restando fedeli a se stessi

La vita è un viaggio non una meta

CG5ZB         Rita Negro; novembre, mercoledì, 21.00-22.30; Biella, ITIS; € 60,00

“La nostra vita è un viaggio costante, dalla nascita alla morte. Il paesaggio cambia, le persone cambiano, i bisogni si trasformano, ma il treno prosegue. La vita è il treno, non è la stazione” (Paulo Coelho). Durante i nostri incontri, avvalendoci dell’analisi della scrittura dei partecipanti, cercheremo di individuare le caratteristiche singole evidenzianti le caratteristiche psicologiche di ognuno nell’affrontare la Vita

Non avere paura di sbagliare

CG4ZB         Rita Negro; novembre, lunedì, 21.00-22.30; Biella, ITIS; € 60,00

Non avere paura di sbagliare è una delle strategie di successo nella vita e nel lavoro. Immagina di poter fare qualsiasi cosa al mondo senza provare paura o qualsiasi sentimento negativo di sorta. Commettendo errori, si vive un’esperienza che può essere positiva, che ti permette di scoprire chi sei, perché se non avessi mai commesso errori, non avresti mai potuto scoprire i tuoi talenti o la loro mancanza. Durante i nostri incontri, avvalendoci dell’analisi della scrittura dei partecipanti, cercheremo di individuare le caratteristiche singole evidenzianti la capacità di riconoscere i propri errori e di riflettere

Saper ascoltare

CG3ZB         Rita Negro; marzo, mercoledì, 21.00-22.30; Biella, ITIS; € 60,00

Il dialogo comporta la capacità di ascoltare attentamente e in silenzio. Lo scrittore e oratore J. Krishnamurti riteneva che “Ascoltare è un atto di silenzio“. Se non fermiamo il nostro monologo interiore e non prestiamo attenzione all’altro, non impareremo mai ad ascoltare. Solamente un attento ascolto rende feconde le parole che possiamo rivolgere al nostro interlocutore. Durante i nostri incontri, avvalendoci dell’analisi della scrittura dei partecipanti, cercheremo di individuare le caratteristiche singole evidenzianti la capacità di ascoltare l’altro e di dialogare con lui

Non è mai troppo tardi

CP17B         Rita Negro; aprile, mercoledì, 19.30-21.00; Biella, ITIS; € 60,00

La grande colpa dell’uomo non sono le sue cadute. La grande colpa dell’uomo è che può ricominciare in ogni momento e non lo fa. (Martin Buber) Molte persone vivono bloccate, congelate in uno stato di continua mancanza che le rende immobili. Durante i nostri incontri, avvalendoci dell’analisi della scrittura dei partecipanti, cercheremo di individuare le caratteristiche singole evidenzianti la capacità di voler credere in se stessi cercando di mettersi in gioco a qualsiasi età

Vivere o esistere?

CP18B         Rita Negro; aprile, mercoledì, 21.00-22.30; Biella, ITIS; € 60,00

"Per essere felici bisognerebbe vivere. Ma vivere è la cosa più rara al mondo. La maggior parte della gente esiste e nulla più" (Oscar Wilde). Esistendo si rimane fermi, mentre vivendo si riesce a cavalcare la vita, nel bene o nel male, ovunque ci porterà. Durante i nostri incontri, avvalendoci dell’analisi della scrittura dei partecipanti, cercheremo di individuare le caratteristiche singole evidenzianti la capacità di affrontare il vivere con tutte le sue sfumature: agire, pensare, soffrire, gioire, provare emozioni, sentire il dolore quando ci si fa male, essere felici quando si ama, ecc.

Intelligenza emotiva

riconoscere, capire e gestire le emozioni per vivere più leggeri.

CUPAB         Valeria Mora, Marco De Filippo; ottobre-novembre, mercoledì, 21.00-22.30; Biella, ITIS; € 70,00

Riflettendo sulla parola intelligenza molti pensano al quoziente intellettivo, al raziocinio o addirittura alla cultura. In realtà esistono più tipi d’intelligenza: l’intelligenza emotiva è la capacità di riconoscere, utilizzare, comprendere e gestire in modo consapevole le proprie e altrui emozioni. Sembrerà incredibile ma secondo i più recenti studi essere molto intelligenti in senso stretto non promuove la felicità individuale... a meno che non si stia parlando di intelligenza emotiva. Gli individui che sanno riconoscere, capire, ed eventualmente lasciar andare le proprie emozioni, sono effettivamente persone più serene, rilassate, felici. All’opposto, aver paura delle proprie emozioni significa lasciarsene sopraffare prendendo decisioni impulsive e replicando, inconsciamente, proprio gli eventi del passato che vorremmo dimenticare. In questo corso imparerai a riconoscere, capire e gestire le 7 emozioni primarie (gioia, tristezza, rabbia, paura, disgusto, sorpresa, disprezzo) e 18 emozioni secondarie. Scoprirai cos’è davvero l’Intelligenza emotiva e come può renderti più felice migliorando la tua vita e le tue relazioni di coppia, familiari e sul lavoro

“Smaschera le bugie”

trucchi e metodi per scoprire se mentono e perché

CP4TB     Marco De Filippo, Valeria Mora; marzo, mercoledì, 18.00-19.30; Biella, ITIS; 2 incontri gratuiti

Secondo una recente statistica quando parliamo con qualcuno per la prima volta mentiamo, in media, 3 volte nell'arco dei primi 10 minuti di conversazione. Questi numeri indispettiscono gli amanti dell'autentico che sognano relazioni vere, pulite. Questo stupore e disappunto è comprensibile ma pensaci: l'inganno fa parte delle opzioni che un essere vivente può mettere in atto per sopravvivere e riprodursi. Un esempio? I felini si mimetizzano, le piante carnivore attirano le prede con sostanze zuccherine e i virus si aprono la strada rendendosi invisibili. Ugualmente, nella comunicazione umana, questi giochi di prestigio avvengono continuamente. Come difendersi? Seguimi. Chi sono i migliori a riconoscere le bugie? Ovviamente i bugiardi: per essere credibili bisogna dissimulare una serie di segnali mimando naturalezza. Dopo anni di pratica assidua il nostro Pinocchio diventa maestro della dissimulazione e inizia a riconoscere, nelle altre persone, quegli stessi segnali che ha imparato a celare. Spesso si tratta di abilità inconsapevoli: il modo più subdolo ed efficace di mentire, risultando credibili, è infatti mentire a se stessi. Chi mente davvero bene, impara a crederci... il pericoloso autoinganno. Riconoscere la verità è fondamentale ma lo è anche non snaturare se stessi. È essenziale dunque, imparare a distinguere mezze verità, non detti e bugie rimanendo autentici. Questo corso ti avvicinerà all'arte di capire/intuire se l'altro mente, perché e quando e ti spiegherà come rivelare le menzogne (e quando non farlo!). Il risultato auspicabile? Sviluppare una migliore acuità sensoriale (molte persone non vedono segnali davvero evidenti di menzogna!) e, capendo le motivazioni alla base della menzogna, diventare ancora più autentici e consapevoli... Smetterai di mentire a te stesso, capirai i reali vissuti di chi ti è accanto e ne trarrai un profondo senso di libertà.

Maschile VS Femminile

uomo e donna: uguali, differenti o complementari

CPKBB    Valeria Mora, Marco De Filippo; febbraio, mercoledì ,18.00-19.30; Biella, ITIS; 2 incontri gratuiti

Cosa fa un comico quando vuole esser certo di strappare una risata alla platea? Ovvio: gioca sulle differenze uomo-donna e ne fa una caricatura stereotipata! La risata è spontanea perché fra gli argomenti di conversazione più gettonati tra persone dello stesso sesso c’è proprio… l’altro sesso... o meglio: gli stereotipi di genere, cioè un'idea generalizzata di donna e uomo tipo. L'uomo appassionato di calcio, TV e telecomando, poco avvezzo a parlare di se stesso nel profondo, spesso narcisista, tendenzialmente poligamo. La donna lunatica, incomprensibile, amante delle scarpe, dello shopping, della cura dei capelli e totalmente incapace di parcheggiare un'auto. Esiste una vera e propria “letteratura” (più o meno seria) che approfondisce il perché di eventuali differenze tra uomini e donne o, in certi casi, che sfata tutti questi miti traendo la conclusione che uomini e donne sono, di fatto, identici. Ma dove sta la verità? Ci sono realmente delle differenze fra uomo e donna e se sì, quali? Cosa invece è solo un “mito”, una semplificazione delle realtà e da dove si originano queste “storie”? In questo divertente corso approfondiremo temi come: il cervello ha un sesso? Le differenze uomo-donna sono genetiche o culturali? La donna è più sensibile e l'uomo più rude? Davvero gli ormoni fanno così la differenza? Si può parlare di differenze di genere o solo individuali? Le differenze sono un errore di natura? Quali sono le differenze nel modo di comunicare? Quali stereotipi hanno un fondo di verità? Quali sono le mitologie che plasmano il nostro essere uomini donne, oggi? Qual è la differenza fra maschilismo e femminismo? Cos'è la misoginia e la misandria e da dove deriva? Questo corso è per uomini, donne, coppie, ragazzi e ragazze perché si scoprirà molto di se stessi e di chi ci circonda migliorando, di conseguenza, la propria capacità di relazione e comprensione dell'altro.

“VoliAmo con le parole”

fai volare i tuoi figli con le parole

CPKDB         Sara Bortolozzo; febbraio-marzo, mercoledì, 21.00-22.30; Biella, ITIS; € 80,00

"I vostri figli sono come spugne assorbono ciò che dite e come lo dite", M. Seligman – Siamo consapevoli di come comunichiamo con i bambini? Del fatto che a volte, anche se animati dalle migliori intenzioni, trasmettiamo dei messaggi che sono l'esatto opposto di quello che intendiamo? Diventerete consapevoli di come e cosa effettivamente comunicate. Imparerete a ottimizzare quest'arte utilizzando nuove tecniche e alcuni "trucchi" per superare le eventuali resistenze dei vostri bambini. Tutto ciò nel modo migliore per imparare: giocando e rilassandovi con l'intento di farvi riflettere e apprendere. Diventiamo la migliore generazione di educatori: durante questo corso imparerai a porre l'attenzione e a gestire i tre elementi della relazione con i bambini: parole, emozioni e comportamenti. Parola di mamma e master PNL

Public speaking – Parlare in pubblico

CPKAB         Luigi Galleran; febbraio-marzo, mercoledì, 19.30-21.00; Biella, ITIS; € 70,00

8 incontri per migliorare le capacità di parlare in pubblico: respirazione, linguaggio del corpo, uso della voce, linguaggio metaforico, uso corretto delle slide il corso prevede ampia interazione e partecipazione attiva, in un ambiente sereno e costruttivo “l'unica ragione per fare un discorso è cambiare il mondo” (JFK)

Lettura ad alta voce

ved. Arte-Musica-Spettacolo

Una palestra per la mente: avanzato

CPKNB    Elena Mascolo; ottobre-dicembre, giovedì, 9.30-11.00; Biella, Palazzo Ferrero; € 70,00

Il corso è rivolto a chi ha già frequentato gli anni precedenti

Una palestra per la mente 1

CPKLB         Elena Mascolo; aprile-maggio, mercoledì, 9.30-11.00; Biella, UPBeduca; € 80,00

Il corso prevede attività pratiche di potenziamento e stimolazione cognitiva nelle aree della percezione, attenzione e concentrazione, memoria, problem solving, orientamento spazio-temporale, linguaggio ed emozioni. La docente affiancherà i corsisti nell’esecuzione di schede di lavoro caratterizzate da una complessità crescente e li guiderà al fine di allenare le funzioni mentali prevenendo il deterioramento cognitivo associato all’avanzare dell’età

Una palestra per la mente 2

CPKMB        Elena Mascolo; aprile-maggio, venerdì, 9.30-11.00; Biella, UPBeduca; € 80,00

Il corso, prosecuzione del livello 1, propone attività pratiche di potenziamento e stimolazione cognitiva nelle aree già esaminate (percezione, attenzione e concentrazione, memoria, problem solving, orientamento spazio-temporale, linguaggio ed emozioni) ma di maggiore complessità. La docente affiancherà i corsisti nell’esecuzione di schede di lavoro caratterizzate da una complessità crescente e li guiderà al fine di allenare le funzioni mentali prevenendo il deterioramento cognitivo associato all’avanzare dell’età. La frequenza non è vincolata alla partecipazione al precedente livello

Il linguaggio del corpo

la comprensione dei messaggi non verbali

CPYAB    Rita Monteferrario; ottobre-novembre, lunedì, 20.30-22.00; Biella, UPBeduca; € 70,00

La comunicazione dell’uomo non si svolge soltanto tramite le parole, ma anche con i gesti, le posizioni, gli atteggiamenti, le distanze …, tutti segnali che produciamo continuamente in modo inconscio e apparentemente senza motivo. Uno studioso di comunicazione non verbale, ha stabilito che solo il 7% delle informazioni che provengono da un discorso passa attraverso le parole, il resto è comunicazione non verbale ovvero tono di voce, segnali delle mani, delle braccia, delle gambe, dei piedi, ecc. Il corpo parla un linguaggio che non sempre comprendiamo e, a volte, fraintendiamo perché spesso anticipa e trascende le parole. Imparando a osservare il corpo e i suoi movimenti possiamo codificare questo linguaggio ed entrare in sintonia con noi stessi e con gli altri per migliorare i rapporti con il partner, la famiglia, i colleghi, gli amici… diventando, inoltre più consapevoli di ciò che comunichiamo agli altri e di quale tipo di messaggi gli altri ci inviano

Guida alla comprensione dei principali disturbi psicosomatici

CPYDB         Rita Monteferrario; ottobre-novembre, mercoledì, 20.30-22.00; Biella, ITIS; € 70,00

Quando una parte del nostro corpo sta male ci sta parlando, ci sta dicendo che è necessario modificare qualcosa nel profondo per tornare a esprimere e realizzare ciò che siamo veramente; ci invita (e aiuta) a riflettere su cosa stiamo facendo della nostra vita e su come stiamo nutrendo la nostra vera essenza. Per la psicosomatica i sintomi e le malattie sono un mezzo con cui l’inconscio comunica un messaggio a noi e a chi ci sta vicino, un messaggio di un disagio che non vogliamo o non possiamo esprimere a parole, ma che trova come canale privilegiato il linguaggio del corpo (a esempio arrossire per imbarazzo, timidezza o rabbia) e dei suoi organi. Il corso è sia teorico, decodificazione del linguaggio degli organi, sia pratico attraverso l’utilizzo di immagini mentali, il miglior farmaco (senza effetti collaterali!!!) in grado di riportare l’equilibrio e il benessere. Portare un tappetino per sdraiarsi

ultimo aggiornamento di questa pagina: sabato 13 ottobre 2018